CARRELLI SATELLITE

Print Friendly and PDF

Files:
Listino porta barca Nautilus Marzo 2017
Data 2017-08-29 Dimensioni 2.85 MB
Listino porta barca Satellite Marzo 2017
Data 2017-08-29 Dimensioni 3.53 MB

Gamma

 

L'enciclopedia del rimorchio: più di 50 anni di esperienza nella costruzione di rimorchi per la nautica

SATELLITE raggruppa tutte le potenzialità di utilizzo di un rimorchio: divertimento, tempo libero, nautica, sport, trasporti professionali, edilizia.

 

RSA

RSA primo produttore di rimorchi porta barca

Leader europeo del porta imbarcazioni.
Da più di 60 anni, condividiamo la stessa visione: al servizio di una passione, un porta barca deve sempre essere garante di efficienza sicurezza e di serenità per tutti.Tecnologia ed equipa ggiamenti senza compromessi.
Quasi 50 anni di innovazione! Traversa basculante per una facilità di varo e alaggio unica, mozzi stagli riempiti con il grasso per assicurare isolamento e lubrificazione, regolazione delle traverse per facilitare e ottimizzare il posizionamento dell'imbarcazione, placca luci amovibile che con soli due click sparisce, sospensioni di tipo automobilistico per avere una grande escursione e ammortizzare perfettamente l'asse, rulli anti pattino autocentranti per il perfetto allineamento della barca.

EFFICIENZA: FACILITARE IL VARO E ALAGGIO

  • Imbarcazione molto bassa per effetto delle traverse sagomate "forma della carena" ed utilizzo di rulli di un diametro minimo
  • Gran numero di rulli, effetto tapis roulant per un varo e alaggio ineguagliabile
  • Traversa posteriore basculante e sagomata che permette il centraggio automatico e accoglie il battello a un livello estremamente basso
  • Rimorchio pre regolato per la maggior parte delle imbarcazioni

SICUREZZA : OTTIMIZZARE LA TENUTA DI STRADA

Un'imbarcazione sellata molto bassa sul suo rimorchio facilita il varo e l’alaggio e migliora considerevolmente la tenuta di strada grazie all’abbassamento del centro di gravità e diminuisce l’effetto vela : sicurezza ed economia di carburante.

SERENITA’ : EVITARE L’IMMERSIONE

Tutto si ossida più o meno velocemente al contatto con l’acqua quindi l’immersione consigliata dai costruttori, o imposta da un sistema classico di varo e alaggio, è da proscrivere.

I punti forti 2014!
1 . Mozzi stagni a cartuccia con ingrassaggio a vita su tutti i rimorchi.
2 . Sospensioni AL-KO® più morbide su tutti i rimorchi frenati.
3 . Orifizio di risciacquo e pezzi meccanici del freno protetti cotro la corrosione.
4 . Trasmissione dei freni inox.
5 . Argani autofrenati a cinghia.
6 . Traversa posteriore basculate e regolabile in altezza per il centraggio automatico della barca e una soglia di carico più bassa.
7 . Rulli semi-conici di diametro ridotto per abbassare il centro di gravità.
8 . Kit di legatura Quickflex® pre-montato su tutti i rimorchi porta barca frenati.

STORIA

RSA : 60 anni di passione passati al servizio della vostra barca !

1953 : Invenzione della sede di distensione tubolare
1959 : Invenzione del rimorchio mono- asse
1970 : 1° porta barca zincato
1971 : Invenzione dei rimorchi da cantiere idraulici
1976 : 1° assale a torsione di caucciù
1979 : 1° zincatore ad introdurre la lega zinco Poligalvanico
1980 : 1° centro regionale di assemblaggio
1981 : 1° a mettere in opera un banco di produzione di telai automatizzato (profili U)
1982 : Inventore dei porta merce in lamiera zincata
1984 : Invenzione del porta-vetture a pianale alveolare antiscivolo
1985 : 1° costruttore con gestione computerizzata
1986 : Invenzione rampe multi-rullo
1989 : 1° francese omologato in Spagna
1992 : Invenzione multi rullo a traverse basculante e boggie auto centranti
1992 : 1° banco di produzione tubi CNC 6 assi
1994 : Invenzione rulli anti pattini
1996 : 1° francese omologato in Italia
1997 : 1° costruttore su internet
2000 : 1 costruttore a concepire progetti in 3D
2002 : 1° costruttore francese omologato ISO9001
2002 : Sospensione automobilistica su porta barche
2002 : Veloce regolazione in altezza delle traverse basculanti
2005 : 1° catalogo Pezzi di Ricambio in linea (pezzi, esploso rimorchi, prezzi, etc)
2006 : 1° rimorchio "à la carte"

 

GARANZIE

Grazie alla collaborazione con i costruttori, Satellite ha definito dei rimorchi adatti ad alcune centinaia di imbarcazioni e un' elevato numero di regolazioni d'origine.

Con il sistema unico del rimorchio à la carte di Satellite, potete scegliere secondo le vostre esigenze e il vostro budjet, il carello più adatto a voi.

 

L’organismo di certificazione TUV Pfalz, è l’organismo internazionale di origine tedesca reputato il più selettivo e qualificato per tutto ciò che riguarda l’automotive. Crash-test e verifiche strutturali di parti di automobile (cerchi, cinture di sicurezza, airbag ecc) come anche la valutazione della migliore auto, vengono effettuate da questo ente.

La RSA Italia, nell’ottica del miglioramento continuo ha intrapreso ed ottenuto il 21.09.01 la Certificazione di qualità secondo la Norma Internazionale UNI EN ISO9001:2000 (ultima versione Vision)

Questo traguardo è la concretizzazione della volontà di una équipe che vuole apportare alla propria clientela la migliore delle concezioni di produzione e servizio.

Perché non richiedere una certificazione di processo sulla costruzione di un rimorchio che dovrà poi trasportare carichi pesanti a grosse velocità sul suolo pubblico?

CERTIFICAZIONE ISO 9001-2000

Oltre alla sua attitudine a concepire, produrre e gestire secondo gli imperativi della Norma di qualità ISO, RSA seleziona:

a) i migliori professionisti della distribuzione

b) i fornitori che hanno accolto la “Qualità”.

UTILIZZO

Utilizzo dei rimorchi

Per fornivi il servizio che vi aspettate, il vostro rimorchio è stato perfettamente regolato da un tecnico competente (da una a quattro ore di lavoro secondo il modello) :

Equilibrare il carico per ottenere entro i 50 kg sulla sfera per carichi <500 kg e 80 kg per le portate
superiori,
Regolazione di tutti i supporti a contatto con lo scafo, e questo va posizionato il più basso possibile
(a 1.5 o 2 cm dal parafango, se possibile). Sui modelli che ne sono provvisti, la traversa posteriore
facilita questa operazione di regolazione iniziale che non va più modificata.
Regolazione in altezza del ferma-prua e dei suoi appoggi, il cavo dell’argano deve tirare orizzontalmente o leggermente verso il basso.
Regolazione della tirante ria dei freni (4 denti massimo per azionare il freno a mano)
Regolazione dei tubi telescopici della placca (in funzione del motore)
Verifica dei fanali e della pressione dei pneumatici
Verifica del serraggio della bulloneria e in particolare delle colonnette ruote
 
Per sicurezza e per rispetto al Codice della Strada, qualsiasi carico deve essere saldamente fissato sul rimorchio à La vostra imbarcazione deve dunque essere legata durante qualsiasi tragitto (anche corto)
 
 

Aggancio
1 . Aggancio del repulsore
Se non siete su di un terreno piano, inserire il freno a mano se il vostro rimorchio ha il freno, o mettere un fermo sotto una ruota.
Posizionate il vostro rimorchio presentando la testa del repulsore al di sopra del gancio della vostra auto. Aprite la testa del repulsore con l'aiuto della sua impugnatura (fig. 1.1) premendo allo stesso tempo il bottone o la levetta di sicurezza - a seconda dei modelli di repulsore - (fig. 1.2) e tirando verso l'alto (freccia F). Bloccare la testa del repulsore così aperta sul gancio. La chiusura è automatica. Dopo un clac secco, la maniglia ritorna in posizione orizzontale e l’indicatore (sul repulsore frenato) sarà nella posizione “+” (o zona verde)
• Se il vostro rimorchio possiede un ruotino d'appoggio, non dimenticate di ritrarlo al massimo bloccandolo.
• Se il vostro rimorchio è equipaggiato di freni, non dimenticate di disinserire il freno a mano.
2 . Presa elettrica
Connettere la presa a quella della vostra auto verificando l'allineamento delle tacche.

 
 
 
Sgancio del repulsore
1 . Presa elettrica
Estrarre la presa e posizionarla sul porta presa fissato sul repulsore
2 . Sganciamento del repulsore
Azionare il freno a mano se il vostro rimorchio ne è munito, o calzare le ruote con i cunei. Tirare verso l’alto (freccia F) la maniglia (Fig. 1/pezzo 1) pressando la sicura (Fig.2/pezzo 2). Sollevare la testina per staccarla dalla sfera (aiutandovi con la ruota d’appoggio) .
N.B.: L’indicatore (sul repulsore frenato) non dovrà essere nella zona “X” (sfera usurata)
 
 
Messa in acqua (per i modelli provvisti di argano e rulli)

<• Durante il varo e l’alaggio, i pezzi in movimento (barca, rimorchio, telaio basculante, argano…) necessitano di una attenzione particolare. E’ consigliabile, all’inizio, farsi aiutare da persone esperte.
• Durante il varo e alaggio, il rimorchio deve essere attaccato alla vettura che dovrà essere frenata.
• Un rimorchio non deve essere messo in acqua, altrimenti si è certi di compromettere i freni e la garanzia, e di accollarsi tutta la responsabilità in caso di incidente!

1 . Segnaletica
Prima di fare la retromarcia sullo scivolo, sganciare il connettore della placca, togliere i fissaggi elastici e ritrarre la placca luci.
IMPORTANTE: Non lasciare cadere la spina posteriore in acqua. Avvolgere il cablaggio elettrico della placca o, secondo i casi, posizionare la presa di alimentazione sul supporto del marciapiede.
2 . Posizionamento
Dopo essersi assicurati che la pendenza permetta il varo e alaggio:
• Fare retromarcia con precauzione sullo scivolo fino a mettere in acqua solo i pneumatici del vostro rimorchio.
• Togliere le cinghie di fissaggio della vostra imbercazione.
3 . Basculamentto del telaio *Treuil de hâlage 540 kg
Per permettere al telaio di basculare quando la vostra imbarcazione indietreggia, è necessario togliere la maniglia di bloccaggio dell'avantimone, svitandola. (fig. 2)
(*) nei modelli con questo dispositivo)
4 . Argano
Girare il nottolino in posizione "1" (non attivo) per rendere possibile lo svolgimento del cavo e lasciare scendere la vostra Treuil de hâlage 540 kgimbarcazione girando lentamente la manovella dell'argano. (fig. 3)
5 . Attesa
Riposizionare a mano il telaio sull'avantimone (nel caso dei modelli basculanti), riavvitare completamente la maniglia (anche per un tragitto corto). Al contrario, non è necessario riavvolgere totalmente il cavo: è sufficiente agganciarlo alla traversa posteriore del vostro rimorchio e tenderlo leggermente dopo aver rimesso il nottolino dell'argano in posizione attiva. (fig. 3/ posizione 2)
6 .Stazionamento
Utilizzare dei cunei al posto del freno a mano per evitare il rischio di bloccaggio delle ganasce dopo l’utilizzo in zone umide
Di fare imballare l'argano lasciando la manovella per far scendere da sola l'imbarcazione. In tal caso, non tentare mai di riprendere il controllo della manovella (Rischiereste di ferirvi).
 
 
 
Uscita dall'acqua (per i modelli provvisti di argano e rulli)
1 . Posizionamento
Dopo essersi assicurati che la pendenza permetta il varo e alaggio:
• Dopo aver tolto la placca luci, indietreggiare sullo scivolo fino a mettere in acqua solo i pneumatici del rimorchio (diffidate della marea).
2 . Basculamento del telaio *
Al fine di permettere al telaio di basculare ( nel caso dei modelli provvisti di questo dispositivo), è obbligatorio togliere la maniglia svitandola. (fig.2)
(*) nei modelli con questo dispositivo)

on interporre mai braccia e gambe tra lo chassì e il timone.
Verificare sistematicamente, durante il basculamento, che nessuno sia nella zona della manovra davanti come dietro: rischio importante di incidente. Vegliate e tenete i bambini lontani dalla manovra.
3 . Argano
Posizionate (o allineate) la vostra barca al rimorchio:
• Girare il nottolino in posizione "1" (non attivo) per svolgere sufficientemente il cavo e fissare il gancio all'anello di ancoraggio della vostra imbarcazione .
• Girare il nottolino in posizione "2" (fig. 3) e :
• Avvolgere l'argano fino a presentare la prua dell'imbarcazione sui primi rulli,
• Continuare a riavvolgere con l'argano fino alla "discesa" completa del telaio in posizione normale (per i modelli con telaio basculante), sempre controllando che vi sia una perfetta centratura dell'imbarcazione sul rimorchio,
• Tendere leggermente il cavo dopo che la prua si sia posizionata in centro tra i i pattini d'appoggio del porta - argano.
4 . Preparazione "strada"
• Riposizionare la maniglia del basculamento al suo posto (per i modelli con telaio basculante), avvitare finché la rondella vada a chiudere il cavallotto anteriore del telaio, poi bloccare (a mano),
• Uscire dallo scivolo,
• Fermare accuratamente con le cinghie l'imbarcazione,
• Riposizionare, bloccare e inserire la placca luci.
• Procedete a un test di frenata.
 
 

Precauzioni generali
1 . Cambi di direzione o incroci
Poiché la larghezza della vostra imbarcazione supera quella della vostra auto, è necessario pensare in continuazione a "passare in luoghi larghi" e a non imbattersi in incroci rischiosi.
2 . Sorpassi
Poiché la lunghezza dell'insieme è spesso raddoppiata e le capacità della vostra auto è diminuita, è necessario aspettare di avere dei "grandi spazi" e soprattutto grande visibilità.
3 . Velocità
I rimorchi sono omologati per una "velocità di strada", ma non dimenticate che l'inerzia dell'insieme che guidate è fortemente aumentata:
N.B.: La vitesse avec remorque est limitée à 80 ou 100 km/h dans la plupart des pays €uropéens
• Scarti: in caso di ostacoli imprevisti da evitare, gli scarti eventuali sono molto più difficili da effettuare.
• Frenatura: anche in caso di rimorchi frenati, lo spazio di frenata è più lungo, soprattutto su strada bagnata.
• Oscillazioni: poiché la vostra auto e il vostro rimorchio formano un "insieme articolato" (rotula), può accadere un fenomeno puramente fisico di oscillazione tra i due veicoli.
Tale fenomeno può amplificarsi in un movimento di "risonanza" che si traduce in una traiettoria a "serpentina" quando si raggiunge la velocità "critica" (vero flagello dei carovanieri). Questa velocità è in funzione a diversi parametri:
- mancanza di appoggio sulla sfera à si farà attenzione quindi ad avere un appoggio normale dai 50 agli 80 kg sull'occhione,
- mancanza di pressione nei pneumatici à + 0,2 bar per i pneumatici dell'auto e la pressione giusta per quelli del rimorchio (vedi tabella delle pressioni di gonfiaggio),
- centro di gravità del carico troppo alto à regolate sempre il rimorchio in modo da collocare l'imbarcazione il più basso possibile,
- sospensioni posteriori dell'auto malandate à provvedete alla sostituzione degli ammortizzatori,

In caso si manifestasse improvvisamente questo movimento " a serpentina", ricordatevi che non dovete MAI frenare bruscamente, ma rallentare in modo progressivo.
In caso questo fenomeno si manifesti precocemente (65-75 km/h), nonostante il rispetto delle suddette precauzioni, la migliore soluzione resta l'installazione di un dispositivo anti-oscillazione da parte di un tecnico competente.
4 . Sovraccarico dinamico
I calcoli di resistenza dei materiali relativi agli elementi del telaio e delle sospensioni sono effettuati con un coefficiente di sovraccarico dinamico normale di 2. Ma nel corso delle prove "su terreno" che sono state effettuate con la maggior parte dei modelli (con + 30% del carico nominale), sono stati riscontrati dei sovraccarichi dinamici 3 - 4 volte superiori al carico statico!
E' quindi raccomandabile, sia per il telaio del vostro rimorchio che per la vostra imbarcazione, ridurre considerevolmente la velocità in caso di percorsi forestali o di strada non battuta.
Tutte queste raccomandazioni non sostituiscono in alcun caso il Codice della strada e non impegnano la responsabilità del costruttore.

RICAMBI

   
   
 

Con l’accordo firmato fra i grandi costruttori (porta-barca e utilitari) RSA si impegna ad assicurare i ricambi dei marchi AREA, ATLAS, EURO e SATELLITE durante i 7 anni seguenti la data di produzione.
Ma la maggior parte dei pezzi e dei rimorchi presenti in questo catalogo hanno data antecedente.
D’altra parte numerosi componenti fanno parte della produzione standard di grandi equipaggiamenti e numerose referenze possono depannare facilmente modelli di altre marche.
Tuttavia, se possiamo produrre certi pezzi su disegni o modelli per i vecchi rimorchi (in questo caso consultateci), la rapida evoluzione delle norme in questo settore impedisce talvolta la fornitura di componenti essenziali.

 
 
   
  Questo catalogo è aggiornato in tempo reale nell’ultima edizione, nelle modifiche di fabbricazione da parte del fornitore, di tutti i modelli nuovi e delle ultime variazioni di prezzo. L’ultimo aggiornamento è indicato in alto a destra in questa pagina.  
 
 
   
  Tenuto conto del carattere innovativo di questo catalogo, del suo volume e delle possibilità multiple, un accesso è possibile direttamente da questa pagina o da tutte le altre (escluso il listino).  
 
  Accesso alla pagina “Modo d’impiego" -> MDE
 
 
 
 
  Le 280 pagine attuali del catalogo sono raggruppate in 8 categorie accessibili ciascuna attraverso il sommario dedicato. (pas N° serie)  
 
   
 
  Pezzi staccati e componenti # 1 : dal “A”/Repulsori a “F”/Fissaggi -> SOM1
  Pezzi staccati e componenti # 2 : dal “H”/Idraulica a “T”/Argani -> SOM2
  Porta barca 1 Asse non frenati # 1 : Motonautica: Chiglie a V, Moto d’acqua, Walkaround -> SOM3
  Porta barca 1 Asse non frenati # 2 : Gommoni e Vele (Derive e Catamarani) -> SOM4
  Porta barca 1 Asse frenat i: Motonautica, Walkaround, Gommoni e Vele -> SOM5
  Porta barca 2/3 assi frenati: Motonautica, Walkaround, Gommoni e Vele -> SOM6
  Rimorchi utilitari: Porta Moto, Porta Quad, Pianali, Sponde -> SOM7
  Rimorchi professionali: Pianali Parchi e Giardini, Porta Auto, Porta Motori e Benne idrauliche-> SOM8
 
   
 
  Listes completes avec liens directs vers les pages di rimorchi concernées SERI
 
 
   
 

Nel quadro:
- Del contratto Crono 4
- Dell’accordo negoziale con alcuni trasportatori
- Di tariffe di pezzi comunicati con indicazione della disponibilità e peso, è possibile conoscere meglio il condizionamento della spedizione degli elementi che vi sono necessari
L’equipe SAV è a vostra intera disposizione per trattare i vostri ordini. Ma, per problemi d’efficienza, vi preghiamo di usare il modulo d’ordine scaricabile e adattabile a vostro caso.

 
 
   
  Nell’ordine, è sufficiente indicare il Vs. codice Cliente (5 cifre), la Vs. ragione sociale e riempire le colonne “referenze”, “compilazione semplificata”, nonché il tipo di trasporto e di inviarla per mail o per fax al sevizio SAV.  
 
  Modulo d'ordine "AGENTI RSA " -> BDC1
 
   
  La maggior parte dei rivenditori assicurano l’SAV. Alcuni sono accreditati RSA’v e dispongono quindi di uno stock permanente dei pezzi RSA i più correnti. Vogliate informarvi consultando la lista “rete”  
 
  Rete rivenditori "R'SAV" RZO
 
  In caso d’impossibilità, potete trasmettere il vs. ordinens. servizio SAV. Il modulo d’ordine dovrà allora essere compilato a vs. nome, indirizzo di spedizione (e vs. indirizzo di fatturazione se diverso). Dovete calcolare completamente e precisamente il costo del trasporto (calcolo semplice a partire dalle tariffe, quantità ordinate e classe di trasporto).
Dovrete scegliere anche la modalità di pagamento: all’ordine oppure contrassegno (sovrapprezzo a seconda del trasportatore)
Un forfait di 6.50 € è previsto per il costo di preparazione della spedizione inferiori a 60 €..
 
 
   
   
  Consultateci  
 
   
   
  Consultateci

 

satellite-mx091s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 1.770,00
CARICO UTILE (kg) 480
satellite-mx101s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 2.040,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 2.450,00
CARICO UTILE (kg) 730
satellite-mx111s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 2.290,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 2.650,00
CARICO UTILE (kg) 870
satellite-mx131s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 2.390,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 2.790,00
CARICO UTILE (kg) 990
satellite-mx151s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 2.490,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 2.890,00
CARICO UTILE (kg) 1170
satellite-mx161s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 2.730,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 3.170,00
CARICO UTILE (kg) 1220 - 1300 (Nautilus)
satellite-mx181s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 2.840,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 3.290,00
CARICO UTILE (kg) 1420
satellite-mx182s
Categoria: Gamma MX
PREZZO €: 3.280,00
PREZZO VERSIONE NAUTILUS €: 3.600,00
CARICO UTILE (kg) 1360 - 1400 (Nautilus)